invito

Mostra di Alessandro Bazan e Max Rohr ( in collaborazione con tossi arte contemporanea )

Alessandro Bazan e Max Rohr, nati rispettivamente a Palermo nel 1966 ed a Bolzano nel 1960, rappresentano molto bene l’ultima generazione di artisti figurativi italiani e con percorsi quasi paralleli sono divenuti due veri punti di riferimento della nuova scena contemporanea con un ricco curriculum di mostre in Italia ed all’estero ed un notevole successo di mercato.
Bazan è un pittore calato completamente dentro questo tempo e questa sensibilità, che ha saputo captare i mutamenti e le inaspettate direzioni che ha assunto il nostro approccio al reale, sprofondato dentro quel miscuglio inestricabile tanto agghiacciante, quanto in fondo platealmente affascinante, di paradossale e banale, di fiction che si mimetizza nel reale e di reale che si mimetizza nella fiction. La pittura di Rohr nasce invece da un impianto narrativo cinematografico. I titoli sono le frasi topiche con cui iniziano i thrillers. Gli scenari e le inquadrature sono quelle del noir. I suoi personaggi trasparenti contengono uno schermo dov’è proiettato un secondo piano narrativo: un flashback, il finale della sequenza o un’alternativa allo svolgersi dei fatti della scena principale. Il montaggio cinematografico viene così raccolto in una singola immagine.

© 2009 - All rights reserved | Valid: xHTML - CSS | Web by FLYFREE